IUS SOLI

Nel film “Nell’anno del Signore” (Luigi Magni 1969) Nino Manfredi che interpretava Pasquino diceva la battuta “E’ il core che ce frega”:
l’ho già commentata riconoscendone il valore.
Oggi dico meglio che è la coscienza che ci frega, come possiamo osservare ogni volta che al risveglio del mattino non appena rammentiamo un sogno lo vediamo subito eroso, o perlomeno deformato, da quel dispositivo che chiamiamo “coscienza” e di cui continuiamo a non sapere nulla.
Il pensiero, chiamato da Freud “in-conscio”, resta l’immigrato sul suolo della coscienza priva di ius soli per tutti:
è questo lo stato della Cultura (la Civiltà che abbiamo).

lunedì 26 ottobre 2020

THINK!

Il contenuto è protetto!

Fino a nuovo avviso,

i testi proposti sul sito sono accessibili in sola lettura.

Grazie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.