PER CONCLUDERE

Mi sono lasciato andare a dire che è il diritto il principio di realtà, in quanto questo conclude il principio di piacere, solido quello non effimero né illusorio questo:
sbaglio tutto?

Se fosse vero, sarebbe anche vero che dal diritto (che esiste) siamo ancora lontani, come lo siamo dal potere e dall’innocenza (Potere e innocenza è stato il titolo del Simposio dello scorso anno).

giovedì 10 settembre 2020

THINK!

Il contenuto è protetto!

Fino a nuovo avviso,

i testi proposti sul sito sono accessibili in sola lettura.

Grazie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Tutela della Privacy *

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.