CAMBIO

Non credevo alle mie orecchie ascoltando le mie stesse parole sulla lingua di una signora che in televisione caratterizzava l’intelligenza artificiale:
in questa, diceva, la libertà dell’uno termina dove inizia quella dell’altro.

Ma questa frase, io dicevo, caratterizza l’indesiderabile, quello in cui siamo accanitamente impuntati fino a farne sistema:
mentre nel regime dell’appuntamento – che individuo come l’approdo giuridico della legge di moto esordita come “pulsione” – la libertà dell’uno trova nella libertà dell’altro il suo cambio o staffetta.

mercoledì 1 luglio 2020

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.