PACIOCCONE E LETALE

Mi è sfuggito a lungo un anello del pensiero che ci accomuna, che ci fa comunità:
questo virus è innocente, caro lui, naturale, non vuole far male a nessuno, è come un bimbo nella culla, eppure fa quello che fa, ed ecco il compromesso “pacioccone e letale”.

Il suo assillo naturale e attuale seda rinviandola l’angoscia benché attuale e assillante ma non naturale.

Nella sua onnipotenza potremmo finire per farne una divinità, adorarlo, amarlo, erigergli un tempio postpagano.

venerdì 24 aprile 2020

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.