PACIOCCONE E LETALE

Mi è sfuggito a lungo un anello del pensiero che ci accomuna, che ci fa comunità:
questo virus è innocente, caro lui, naturale, non vuole far male a nessuno, è come un bimbo nella culla, eppure fa quello che fa, ed ecco il compromesso “pacioccone e letale”.

Il suo assillo naturale e attuale seda rinviandola l’angoscia benché attuale e assillante ma non naturale.

Nella sua onnipotenza potremmo finire per farne una divinità, adorarlo, amarlo, erigergli un tempio postpagano.

venerdì 24 aprile 2020

THINK!

Il contenuto è protetto!

Fino a nuovo avviso,

i testi proposti sul sito sono accessibili in sola lettura.

Grazie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.