INNOCENZA POSITIVA

Osserviamo che le direttiva del Governo per questa emergenza preordinano un’innocenza negativa, non fare (senza per questo escludere casi di innocenza attiva benché forzosamente privata):
l’innocenza di cui parliamo dall’inizio è attiva e non privata (la paragono a un murale).

Mi va di osservare inoltre che “in casa” non significa eremitico (un eremita va dove vuole, fa quel che vuole e parla con chi vuole).

lunedì 23 marzo 2020

THINK!

Il contenuto è protetto!

Fino a nuovo avviso,

i testi proposti sul sito sono accessibili in sola lettura.

Grazie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.