INNOCENZA POSITIVA

Osserviamo che le direttiva del Governo per questa emergenza preordinano un’innocenza negativa, non fare (senza per questo escludere casi di innocenza attiva benché forzosamente privata):
l’innocenza di cui parliamo dall’inizio è attiva e non privata (la paragono a un murale).

Mi va di osservare inoltre che “in casa” non significa eremitico (un eremita va dove vuole, fa quel che vuole e parla con chi vuole).

lunedì 23 marzo 2020

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.