LINGUA IN BOCCA

Sabato-domenica 15 16 febbraio 2020
in anno 163 post Freud amicum natum

La lingua è quella che abbiamo in bocca:
poi è quella che parliamo con quella, proprio come mangiamo con quella, non il mistico “linguaggio”, con cui abbiamo perso almeno un secolo.

Dopo di che, perdiamo il tempo anche parlando solo perché l’abbiamo in bocca, bulimicamente, o non parlando, anoressicamente:
lo facciamo ogni giorno, vistosamente in politica, e nei talk show.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.