ASSASSINI, BRIGANTI, MEDIOCRI, CANAGLIE

Vedi ultimi giorni.

Lo spettro della non innocenza si amplia,  sotto la penna di Freud:
dopo avere scritto a Arnold Zweig (2 giugno 1927) “Nutro tutta una serie di pregiudizi non benevoli riguardo alla cara umanità”, poco dopo (2 dicembre 1927) gli aggiunge: “Provo una forte inclinazione  ad abbandonarmi ai miei sentimenti e mi sento confermato nel mio credo, interamente non scientifico, che gli uomini sono mediocri e nell’insieme delle povere canaglie”.

Anche la mediocrità rientra nella non innocenza:
e questa non è uno stato (come si dice “essere peccatori”) ma un prodotto:
non siamo peccatori ma produttori.

Non ci resta che la satira? (anche riflessiva per modestia).

martedì 26 novembre 2019

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.