NON KANT

Ciò che ho scritto ieri non è molto kantiano, dato che Kant pensava l’amore come trattare l’altro come fine e non come mezzo:
trattandolo come mezzo lo si rivela a se stesso sfruttandolo, mostrandolo capace di frutti che non sospettava:
l’educazione non sfrutta.

mercoledì 3 luglio 2019

THINK!

Il contenuto è protetto!

Fino a nuovo avviso,

i testi proposti sul sito sono accessibili in sola lettura.

Grazie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Tutela della Privacy *

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.