INGENUITÀ CRIMINALE

Ho sorpreso alcuni con un’osservazione.

Nelle Troiane di Euripide comincia Ecuba maledicendo i Greci e anzitutto quella carogna di Ulisse con il suo cavallone:
ha torto:

per dieci anni Troia aveva resistito benissimo malgrado i Greci, la caduta di Troia è causata non da loro né dal cavallo ma dal suo regale marito Priamo, un perfetto idiota nell’ingenuità criminale con cui a caval donato non guarda in bocca anzi lo fa entrare in città.

Il bambino è come Troia, come dico sempre ha sette vite come i gatti, solo l’ingenuità lo fa cedere in resistenza e intelligenza:
solo in lui l’ingenuità, che ha effetti criminali, non è criminale.

martedì 16 luglio 2019

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.