INAFFIDABILITÀ

Ne ho appena parlato (vedi ieri):
inaffidabile è l’amore dell’amo, mentire (“Ti amo” mente Il pescatore).

Mentire è un atto della lingua, e con “lingua” intendo ciò che risulta dall’agitare la lingua:
meglio se non è una lingua troppo agitata.

Mentire è un atto (con effetto), non un paradosso (vedi “paradosso del mentitore”).

La linguistica ha ignorato l’atto, la logica anche.

giovedì 27 settembre 2018

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.