NON ASPETTO GODOT

La premeditazione (vedi Pensiero, martedì 5 giugno) non vive di causalità, e aspira a incontrarne un’altra.

La premeditazione può consistere nel preparare un posto, cui potrà arrivare anche Godot:
salvo che un Godot isterico abbia premeditato di non venire, s-venire (sempre “domani” come la rimozione).

Preparato il posto non devo, ossessivamente, aspettare Godot.

giovedì 7 giugno 2018