NON ASPETTO GODOT

La premeditazione (vedi Pensiero, martedì 5 giugno) non vive di causalità, e aspira a incontrarne un’altra.

La premeditazione può consistere nel preparare un posto, cui potrà arrivare anche Godot:
salvo che un Godot isterico abbia premeditato di non venire, s-venire (sempre “domani” come la rimozione).

Preparato il posto non devo, ossessivamente, aspettare Godot.

giovedì 7 giugno 2018

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.