INFATUAZIONE

Dopo avere pensato questa parola diverse notti fa, ho poi passato cinque giorni per ritrovarla:
lo capisco, è facile che ricada nella rimozione la parola che designa la fatuità seriosa in cui viene sistemato il pensiero dopo la sua serietà nella prima infanzia.

Rieditarlo – meglio che “tornare” a esso – fornirebbe l’unica speranza, quella della salvezza.

Una parola, questa, in cui non siamo seri, perché ignoriamo che significa salus-salute, quella del pensiero anzitutto.

Dopo millenni di “manfrine” su “Dio”, non siamo capaci di pensarlo come sano nel pensiero (e di pensare che se è pensa).

Ma allora perché fidarci?, fidarci di qualcuno?

Grandezza e infinità sono pensieri fatui.

lunedì 4 settembre 2017

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.