PROVVIDENZA TERRENA

Il pensiero provvede al moto del corpo nell’universo dei corpi, fino a quel riposo momentaneo che chiamiamo anche soddisfazione:
questa esperienza è già del bambino, non ha età anagrafica.

Non è meno esperienza il fatto che questa unica provvidenza incontra ostilità o indifferenza.

Chiamo amore l’amicizia o favore per questo pensiero:
“amore” è un nome fungibile del pensiero stesso quando si è fatto ordinamento (universale) del favore, non beneficenza né riformismo.

Non parlo d’altro che del principio di piacere, che nel farsi ordinamento si riedita come principio di realtà:
nella sua prima edizione è ingenuo, esposto all’ostilità, che un giorno potrà assumere attivamente, nocentemente.

giovedì 6 aprile 2017

THINK!
Il contenuto è protetto!

Fino a nuovo avviso,

i testi proposti sul sito sono accessibili in sola lettura.

Grazie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.