MAL D’AMORE

E’ la psicopatologia (nevrosi, perversione, psicosi):
atto deforme a difesa dall’angoscia come minaccia di perdere l’oggetto “amore” perduto da sempre, oggetto in-forme, “oggetto” senz’altro, soggetto senz’atto, pensiero perduto.

Esso può installarsi nel pensiero, ci in-amora, siamo in-amorati come da un’in-vasione militare o virale imposta oleosamente, scivolosamente, dolcemente.

E’ della stessa famiglia ideale – Ideale opposto a formale – del “Bene” platonico.

Psicopatologia significa che non c’è pietà per l’amore, lo diceva la doppiezza di Dante:
“Amor – ch’al cor gentil ratto s’apprende [si attacca come per contagio virale] – , ch’a nullo amato amar perdona …”:
non c’è pietà per l’ingenuità senza innocenza:
è da bambini che ci si ammala.

Io conservo la parola “amore” per il formalismo dell’innocenza (vedi Innocenza dell’amore?, sabato-domenica 25-26 marzo).

martedì 28 marzo 2017

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.