FILOSOFI DELL’AMORE

Sono gli innamorati, eventualmente analfabeti, i quali credono che l’amore (ho così annotato che c’è credenza) sia corrispondenza tra esseri:
reciprocamente contemplativi, occhi negli occhi (“iri da iri” scrive Dante), finiranno per mettersi le dita negli occhi.

Ecco perché, tanto per cominciare, la psicoanalisi non è vis-à-vis, ossia l’analisi comincia mettendo fuori causa l’innamoramento.

La filosofia corre per le piazze, poi i filosofi la raccattano:
come il formaggio con le pere, che il contadino conosceva già.

Al pari dell’angoscia, anche la filosofia fa l’amore (vedi ieri):
angoscia e storia del pensiero restano solidali:
questa storia potrà finire?

martedì 21 marzo 2017

THINK!
Il contenuto è protetto!

Fino a nuovo avviso,

i testi proposti sul sito sono accessibili in sola lettura.

Grazie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.