“AMORE”, VIRGOLETTE

Sabato-domenica 11-12 marzo 2017
in anno 160 post Freud amicum natum

In anni e decenni in cui si mettono virgolette dappertutto, è il caso di scoprire che la parola “amore” è la prima se non l’unica che le meriti in quanto la più equivoca tra tutte da tutti i secoli.

Ma in fondo lo diceva già Platone, maestro di equivoco, quando scriveva (Simposio) che eros, l’amore, è il figlio miserabile della miseria, penìa, e dell’espediente (come si dice “vivere di espedienti”), poros.

Il caso più flagrante e notorio ne è quello dell’innamoramento, detto anche “perdere la testa” cioè il pensiero.

La canzone lo dice in tutti i modi, salvo tenersi lontana dalla conclusione in … eterno, fino alla fede miscredente che almeno “lassù qualcuno mi ama”.

Si osserva che per non perdere questo “amore” si farebbe e penserebbe qualsiasi cosa, patologia, errore, delitto.

Rimane da chiedersi se la parola “amore” vada solo riservata all’illusione più frequente e totalizzante, risposta che non è la mia:
io desumo il suo significato da quello primario, che designa almeno per un momento il regime dell’appuntamento o del patto:
in questo si riassume tutta l’esperienza di tutti, secondo i due versanti del con-venire con esso e dello s-venire da esso.

Non insisto sul già insistito.

P S

Osservo che non c’è perdita dell’amore, né sua mancanza, ma solo minaccia di perderlo, di perdere un oggetto inesistente:
questa inesistenza ha un favoloso potere, l’angoscia ne è il prodotto.

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.