“SEI ‘NA MONNEZZA”

Popolo, sei ‘na monnezza!”, grida un Alberto Sordi-fratacchione alle masse popolari romane, nel film Nell’anno del Signore (1969) di Luigi Magni, anche con Nino Manfredi, Claudia Cardinale, Ugo Tognazzi, film oggi non più giudicato politicamente corretto.

Aveva ragione, il popolo – oggi i ceti medi ma mettiamoci pure anche gli operai – èna monnezza”, ancorché lusingata di “sovranità popolare” e di “diritti umani”.

Partiti popolari e populisti non glielo dicono, benché quel popolo “voti” ancora per loro:
ma che cosa dovrebbero dirgli?, non un’ingiuria bensì che la monnezza è un prodotto non una realtà naturale, proprio come la povertà.

Recentemente è stata osservata anche la monnezza linguistica.

Ma non è più il caso di farsi illusioni sugli aristocratici, i politici, …

lunedì 27 febbraio 2017

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.