UNA GALLERIA POLITICA

Intendo la galleria dell’invidia:
facilmente costruibile con le mimiche di numerosi personaggi intervenuti negli ultimi mesi.

Questo partito non governa, controgoverna.

Non dialoga ma sproloquia sempre ossessivamente la parola “dialogo”, senza meta, così che “imprese di gran portata vengono dal loro corso deviate e perdono il nome di azione” (Amleto sulla coscienza).

L’invidia ha una mimica ma non è un’emozione, è un affetto, una forma dell’atto, stringe l’oggetto come un nodo scorsoio, come la corda del boia.

La patologia fa politica come un partito (trasversale):
perlomeno anch’essa testimonia che le Costituzioni sono due.

venerdì 9 dicembre 2016

 

THINK!

Il contenuto è protetto!

Fino a nuovo avviso,

i testi proposti sul sito sono accessibili in sola lettura.

Grazie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Tutela della Privacy *

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.