BANALITÀ DEI SESSI E METAFISICA

Sulla banalità dei sessi non c’è molto da dire, basta avere assistito alla copulazione degli animali, fisica animale:
tra gli uomini questa non c’è mai.

Si divida un foglio bianco in due con una verticale attraversata da un piccolo segno di freccia:
a sinistra la natura dei sessi ossia la loro banalità, a destra tutto ciò che ne viene arte-fatto dalla freccia che rappresenta il pensiero, e otterremo i sessi come li conosciamo, metafisica dei sessi.

Che conosciamo anche come disordine di cui vorremmo sbarazzarci:
l’astinenza dai due sessi è il principale desiderio sessuale, che aspira anche all’abolizione della banalità naturale.

Se ci fosse virtù, questa consisterebbe nella caduta dell’astinenza come meta:
quest’ultima è anche la fantasia del paradiso come monosessuale.

mercoledì 21 dicembre 2016

 

THINK!

Il contenuto è protetto!

Fino a nuovo avviso,

i testi proposti sul sito sono accessibili in sola lettura.

Grazie