IO ESISTO “DIO” NO. E IL PAPA

Sabato domenica 19-20 novembre 2016
in anno 160 post Freud amicum natum

 

Anche il Papa esiste, ma cominciamo da capo.

Si parla del film di Sorrentino The young Pope con le solite “manfrine”, esiste?, chi è?, eccetera:
ma io non ho “Dio” e non mi interessa, ho la Trinità, di cui nessuno parla mai eppure il cristianesimo è tutto lì:
una combine razionale e giuridica trattandosi di tre persone distinte e operativamente correlate, almeno nella versione cattolica (“procedit”) che resta incompiuta.

Nel Credo “Dio” non c’entra come ente o entità, ma solo come una parola unificante la terna di enti distinti e correlati, uno dei quali è Gesù, “quello là”, quello dei celebri libretti detti “Vangeli”, che in poche pagine ha discorso densamente, e che non può avere dismesso ciò che ha pensato e detto:
in caso di dismissione sarebbe davvero tutta una “manfrina”.

La frase isolata “Credo in Dio” è solo un rumore fastidioso:
il Corano ha il buon senso di non usarla.

Trattandosi, in quei libretti, di discorso articolato e non paradossale, non ha nulla a che vedere con una religione:
pur nel rispetto dell’Islam, religione pura, non ha da spartire con esso alcuna favola religiosa, per prima quella nota come “favola dei tre anelli”, una vecchia grossolana mistificazione.

Lo psicoanalista che sono, o meglio il pensante freudiano che sono, non può non osservare la seguente evidenza:
tra quei tre (non due, Padre-Figlio) si produce una legislazione tale da non dare luogo al disastro legale descritto da Freud nella povera dualità Padre-Figlio, con inconsistenza paterna e parricidio filiale, sotto gli occhi impietosi delle spettatrici, non sedotte ma abbandonate.

Le fede riguarda, dei tre, la loro esistenza, non la loro consistenza.

Qualsiasi cosa dica, il Papa non può parlare d’altro Urbi et orbi:
nel mio “piccolo” anch’io:
ma io non ho un “grande”, non ho Islam, proprio come Freud.

Il meno che si possa dire è che, da come sta andando, l’umanità non ha proprio il senso dello … Spirito.

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.