POTERE A NIZZA

Per un momento, il 14 luglio, il potere a Nizza è stato quello di un dis-graziato, secondo uno slogan postumo che gli applico:
la violenza agli im-potenti.

Con una premeditazione che anche gli psicotici hanno.

Saranno contenti quelli che fanno la correlazione di potere e violenza, e ne fanno il principio dell’opposizione tanto politica quanto domestica.

Questa correlazione ha un adagio:
il potere dell’uno finisce dove comincia quello dell’altro

(per l’esattezza nello slogan la parola è “libertà”, ma fa lo stesso).

Non è l’adagio dei soci d’affari, anche amorosi:
pensare l’amore come affare è l’unico caso in cui la parola “amore” trova legittimazione:
l’amore è affari, produzione di ricchezza.

lunedì 18 luglio 2016

 

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.