ISTEROPOLITICA INVIDIOSA

Nell’articolo appena citato (vedi ieri) Ezio Mauro dice che nella “psicopolitica” si fa a “mettere a nudo i personaggi pubblici” (oltre che “criticando e lamentandosi per la cattiva politica”):
ma no!, anche quando i personaggi pubblici meritano la gogna o la forca, o la ghigliottina, dovrebbe sempre essere in evidenza il rango cui si sottraggono:
invece da molto tempo prevale un linguaggio da cortile, o da “servaccia”, cioè il pubblico è trattato da servaccia, “libero” di esserlo.

Annoto la parola “nudo”, che rammenta la Rivista “Re Nudo” degli anni ’70 e la corrispondente favola di Andersen “I vestiti nuovi dell’Imperatore”:
l’Imperatore è nudo solo per l’invidia.

martedì 5 luglio 2016

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.