LA MAGGIORANZA COMPATTA DELL’AMORE

Sabato all’Università di Urbino (vedi mercoledì 15 giugno) parlavo di Politica come dimensione freudiana primaria.

La politica, ripetevo, è oltre il 95% extraparlamentare, e Parlamento e Governo fanno quello che possono cioè poco, il loro potere è limitatissimo (il dibattito politico finge il potere).

Nel 95% prevale la “maggioranza compatta” (espressione freudiana), che esemplifico anzitutto con la granitica cieca prevalenza di massa dell’amore come innamoramento, il più  conservatore e malevolo dei pensieri:
osservavo che la Rivoluzione di ottobre è stata più facilmente pensabile e fattibile che la Rivoluzione di Sanremo quanto all’amore.

In quanto l’amore dei poveri, l’innamoramento li produce.

lunedì 20 giugno 2016

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.