PLATO NON AMICUS

Domanda di un’intervista (la stessa di lunedì 9 maggio):
“A suo parere cosa caratterizza la cosiddetta ‘psicoanalisi contemporanea’, e quando si può dire abbia avuto inizio?”

Alla quale ho risposto:
Da subito. Essa consiste nel fatto che gli psicoanalisti non hanno recepito Freud come scoperta, ancora mai fatta, del pensiero, e come amicizia o avvocatura del pensiero:
la psicoanalisi è l’esercizio di tale avvocatura applicata alla psicopatologia.

Se la parola “amore” avesse significato – e molti ne hanno ragionevolmente dubitato –, sarebbe quello di amicizia del pensiero. La parola “filo-sofia” ne è rimasta lontana quando non contraria.

Plato non amicus.

PS

L’espressione “Plato amicus sed …” ha avuto una lunga gestazione.

L’ha usata anche Stalin per Bucharin.

giovedì 12 maggio 2016

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.