GIUSTIZIA E DESTINO

Molti (tutti?) collegano la giustizia (in cui non credono) all’in-giustizia, al Destino, al Fato, secondo il verso dantesco “Che giova ne le fata dar di cozzo? [1]”:
e in effetti il destino è tanto più ingiusto in quanto non esiste, e per questo andiamo pazzi per lui, Amor fati (Nietzsche).

In questo breve articolo collego le caotiche scorribande umane sulla giustizia con il fanatismo sul destino.

venerdì 27 maggio 2016

____________

[1] Come ha potuto il cristiano Dante credere di riconoscere nel destino, nelle fata, i decreti irrevocabili del cielo?, la volontà (“voglia”) di Dio?

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.