REFERENDUM PREPOSTO

Poche cose lasciano ben sperare, o “sognare” come mal si dice.

Non commento “meglio così” (= quanto peggio tanto meglio), bensì che resta un posto libero:
quello della sovranità in quanto individuale:
mentre invece l’istituto costituzionale del referendum si limita ancora a concepire la sola sovranità popolare, cioè un “sogno” diurno mai soddisfatto, insoddisfacente e insoddisfacibile.

Di questo altro referendum non faccio che scrivere la Costituzione:
nulla a che vedere con “tot capita tot sententiae”,
ma neppure con le superiori “leggi non scritte degli Dei”.

venerdì 15 aprile 2016

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.