INGANNARE IL TEMPO

Da una seduta.

Si dice “ingannare il tempo” ( e “il tempo è tiranno”, “chi ha tempo non aspetti tempo”):
sono detti che danno ragione ai Greci quando personalizzavano il Tempo, Kronos, un Dio:
Freud era d’accordo, sapendo (quasi kantianamente) che il tempo, kronos, ce lo mettiamo noi.

Inganniamo il tempo ordinariamente nella rimozione, che è un metodico rinvio temporale (vedi Rossella o’ Hara), dopo di che il Tempo come un Dio (io stesso) sanziona il mio atto facendo tornare forzosamente il rimosso, spiacevolmente.

La parola “ingannare” è corretta, designa un atto doloso, meritevole di sanzione:
peccato (“peccato” dico) che la maggioranza degli psicoanalisti non abbiano saputo reggere la vita psichica come vita giuridica a partire dalla rimozione:
e poi a ripartire dalla psicoanalisi come vita giuridica rilanciata.

mercoledì 13 aprile 2016

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.