UN DEBITO D’INFANZIA. ECCITAMI!

Ho un debito d’infanzia che sono stato io stesso a riscuotere, anche oggi.

Dai tre ai cinque anni, in tempo di guerra, la mia famiglia è stata sfollata in un paesino del veronese, Cazzano di Tramigna:
in esso io ho vissuto fuori controllo genitoriale, tornavo a casa solo per mangiare, era la benevolenza del paese a darmi un’occhiata, entravo e uscivo da tutte le case, non facevo altro che guardarmi in giro soffermandomi qui e là quando qualcosa mi-andava (questa espressione è notevole, significa che andava sulle sue gambe a mio beneficio):
in altre parole, nella realtà ero attrezzato dalla domanda “eccitami!” avendo l’ec-citamento come primum movens,  non quello divino cui sarei stato catechizzato diversi anni dopo, né quel “senso religioso” cui facevo delle concessioni ancora vent’anni fa (che cosa avevo per la testa?).

Il vocativo “eccitami!” era la mia preghiera:
l’isteria non veniva, con suo danno perché così non andava.

Non diversamente nella mia seconda infanzia e successivamente, così come nella mia vita adulta fino a oggi:
è nell’ec-citamento, vocazione o Beruf, che trovo causa del mio moto, del pensiero del mio moto, così che rispetto ad esso io vengo sempre in seconda anche nella sovranità:
un sovrano che non venga in seconda rispetto all’eccitamento è solo un delirante, e anche “Dio” se si prende come primum movens.

La paranoia è ostilità all’eccitamento, che è il primo articolo della legge di moto umana (detta da Freud “pulsione”, pensiero come pensiero del moto dei corpi umani).

Non finisce in vagabondaggio, on the road, perché ha sia meta che ordinamento.

(Ho appena rifatto cenno al mio catechismo).

lunedì 21 marzo 2016

 

THINK!

Il contenuto è protetto!

Fino a nuovo avviso,

i testi proposti sul sito sono accessibili in sola lettura.

Grazie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Tutela della Privacy *

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.