FAVOLE PER PUERILI

Sabato domenica 23-24 gennaio 2016
in anno 159 post Freud amicum natum

 

Nell’articolo Ingegnatevi! di giovedì 14 gennaio informavo che i Fratelli Grimm non hanno scritto favole per bambini, e hanno tenuto a dirlo:
più tardi si è iniziato a scriverle (e a espurgare quelle dei Grimm), in quella che chiamo era puerile, la nostra, che dato con criteri rivedibili agli anni ’70 del secolo scorso:
era di progresso nella regressione, che non è il semplice tornare indietro (“rimbambire”).

Puerili possono esserlo solo gli adulti, non i bambini:
questa è una verità universale ovunque rinnegata.

La puerilità è progresso nella regressione.

Lascio a chi segua la mia idea, di costruire gli items della regressione generale, culturale, quella delle favole, Teorie, per puerili.

 

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.