“NON POSSIAMO NON …”

Diagnosi di nevrosi (specialmente ossessiva).

L’ha fatta inconsapevolmente, e riflessivamente, Benedetto Croce nel 1942, in un momento di “melanconia” – quanto aveva ragione!, seconda diagnosi – allorché ha scritto il saggio “Perché non possiamo non  dirci cristiani” [corsivo mio].

Insomma, “non possiamo non” è compulsione nevrotica promossa a un gradino superiore, cioè diventata Cultura, imperativa per tutti, e Coscienza cioè pensiero sottomesso alla Cultura.

Invece, io posso non …:
allora, forse poi posso cavarne del sugo:
la Religione è senza sugo, solo cinghia tirata (che non possiamo non tirare):
il proprio del cristianesimo è che o è sugo o è niente (“non possiamo non” è niente).

Io posso non, ma non è stato spontaneo, e c’è voluto lavoro e tempo.

Non ammetto che “La Cultura è grande”:
ma sono tollerante anche in questo, se si tratta di fare botteghino.

venerdì 18 dicembre 2015

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.