COLTO E CULTURA, I PIEDI DEL PENSIERO

Si tratta ancora del potere, rimesso sui suoi piedi.

Il colto – a partire dal bambino che si fa la lingua da sé, non sottomesso a una delirata “struttura” del linguaggio – non viene dalla Cultura (vedi ieri):
si rovesci il rapporto e avremo il cretino colto, già detto c(h)réti(e)n:

è anche il problema dei cristiani, poi detti “cristianucci ucci ucci” (vedi sabato-domenica 5-6 dicembre).

Freud ha provato a rimettere il potere sui suoi piedi di pensiero:
ecco perché scrivo da anni che io ragiono con i piedi.

Lascio a ognuno di valutare quanto e come la distinzione tra colto e cultura determina la vita quotidiana:
una distinzione che politica e giornalismo non recepiscono, men che meno la Cultura.

martedì 15 dicembre 2015

THINK!
Il contenuto è protetto!

Fino a nuovo avviso,

i testi proposti sul sito sono accessibili in sola lettura.

Grazie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.