MISERI-CORDIA PER IL BUON POVERO, E LA “SINISTRA”

I poveri sono brutti, brutti e anche cattivi, e con la miseri-cordia non ci si può fare nulla, solo conservarli.

Il povero non è definito anzitutto dalla mancanza di soldi, ma dalla mancanza di partner o soci, i soldi seguono perché è la partnership a produrre ricchezza:
se avessimo davvero a cuore i poveri (miseri-cordia), opereremmo per restituirli-ricostituirli-rivoluzionarli come soci o partner:
conterei poco sul reddito di cittadinanza, meglio il panem et circenses degli antichi romani che almeno un po’ associavano i poveri allo Stato.

Tutti i discorsi im-becilli di “sinistra” derivano dall’avere gettato via cretinamente l’idea buona di Marx:
Marx non stava con i poveri, o i “ceti deboli”, bensì sapeva che la civiltà più avanzata, detta “Capitalismo”, produce sì ricchezza ma anche povertà contestualmente, ossia che la povertà è un prodotto, non un dato naturale né un residuo inevitabile:
si trattava allora di operare su questa poco virtuosa co-produzione capitalistica.

La “sinistra”, avendo rigettato tutto Marx e proponendosi come misericordia per i ceti deboli, è risultata semplicemente conservatrice, oltre che inutile, impietosa pietà.

Noi psicoanalisti sappiamo che anche la psicopatologia produce povertà perché dis-socia:
non ha neppure la parziale virtù del capitalismo di produrre ricchezza.

Curioso che da tempo i cristiani si orientino sulla misericordia, parola islamica, anziché sull’amore, parola cristiana, che designa una virtù da ricchi.

Non è poi detto che i capitalisti siano pregiudizialmente contro la critica di Marx:
non è che siano contro, è che non ci … pensano.

PS

Il clochard o “barbone” è la satira del dis-sociato che genera il povero.

Ho letto su un giornale l’espressione “poveri meritevoli”:
già detti “poveri Cristi”.

lunedì 16 novembre 2015

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.