FRIVOLI E SAGOME: TIRO A SEGNO A PARIGI

Non c’è nulla che rifiutiamo di più che chiamare le cose con il loro nome, così come le vediamo, cronaca, senza “chiacchiere da psicoanalista”:
a Parigi hanno fatto il tiro a segno a delle sagome, con la frivolezza del poligono di tiro:
e includendo sé stessi tra le sagome quando si fanno saltare in aria.

Non è nemmeno guerra, in cui le sagome sono altrui ma non proprie.

Questo articolo potrebbe intitolarsi “Eccitare la frivolezza”, la fatuità (dolorosa e sanguinaria poco importa):
“sagoma” significa che non c’è corpo.

Com’è o come non è, è così.

Ancora una volta, reale è il corpo, non un “valore”:
questi islamici in fondo sono dei missionari, a evangelizzarci all’idea che non siamo che sagome.

Magari un giorno nel dialogo ecumenico converranno – come nella Convenzione di Ginevra – che la sagoma è un “valore”, come tale da rispettare:
al che il solito cristianuccio farà eco dicendo che proprio così, che “persona” = sagoma + valore:
bravo!

Compito:
individuare la condizione della frivolezza.

martedì 17 novembre 2015

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.