VECCHIE STORIE

Ho appena sentito dire, questa volta da parte islamica – ma sono sempre vecchie storie della mente –, che non c’è che Dio (o meglio Allah), che Dio è tutto e frasi simili, ossia che non c’è che destino:
osservo che l’idea di destino abolisce anche “Dio” o “Allah” come fonti (autonome):
con il che siamo da capo, se abbiamo del tenero, a dovere fare qualcosa per sostenerli (c’è chi dedica la vita a questa missione).

Tutt’altro pensiero è quello della celebre frase “Date a Cesare”, perché di fonti ne nomina due, con beneficio per entrambe quanto all’autonomia.

Da tempo Cesare non sta affatto bene (Lenin prevedeva la sua “estinzione”):
ma non tutto è perduto se la celebre frase diventa “Date al pensiero”:
vero è che neppure il pensiero sta bene (patologia, in cui è persa l’autonomia), ma so per certo, grazie al lavoro di Freud, che ne è almeno pensabile la guarigione, non causata né miracolosa per definizione.

mercoledì 9 settembre 2015

THINK!
Il contenuto è protetto!

Fino a nuovo avviso,

i testi proposti sul sito sono accessibili in sola lettura.

Grazie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.