VECCHIE STORIE

Ho appena sentito dire, questa volta da parte islamica – ma sono sempre vecchie storie della mente –, che non c’è che Dio (o meglio Allah), che Dio è tutto e frasi simili, ossia che non c’è che destino:
osservo che l’idea di destino abolisce anche “Dio” o “Allah” come fonti (autonome):
con il che siamo da capo, se abbiamo del tenero, a dovere fare qualcosa per sostenerli (c’è chi dedica la vita a questa missione).

Tutt’altro pensiero è quello della celebre frase “Date a Cesare”, perché di fonti ne nomina due, con beneficio per entrambe quanto all’autonomia.

Da tempo Cesare non sta affatto bene (Lenin prevedeva la sua “estinzione”):
ma non tutto è perduto se la celebre frase diventa “Date al pensiero”:
vero è che neppure il pensiero sta bene (patologia, in cui è persa l’autonomia), ma so per certo, grazie al lavoro di Freud, che ne è almeno pensabile la guarigione, non causata né miracolosa per definizione.

mercoledì 9 settembre 2015

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.