INGRAO, NON ESSERE LUNATICO!

Si è appena scritto molto (poi basta) in morte di Pietro Ingrao, forse più in morte, con tanta emozione:
penso che invece l’affetto sia un sentimento dei vivi:
con i morti io discuto sempre, all’occorrenza contestandoli come da vivi:
per esempio, gli obietterei di avere chiamato il Comunismo “la luna” (Volevo la luna).

Mi accontento di una sua citazione appena letta fuori contesto, ma che mi parla:
“[…] conglomerati oligarchici a base finanziaria proiettati nel campo del sapere”:
non so a che cosa si riferisse lui, ma la sua frase è buona per molto del campo del sapere – o presunto sapere – individuabile da me e molti.

É un passaggio in cui un Comunista non pratica la distinzione Cultura/Politica e Cultura/Economia così propria della “sinistra”.

mercoledì 30 settembre 2015

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.