IMPOTERI PUBBLICI

I poteri pubblici, Stato e Governo, assomigliano sempre più a quelli dei comuni mortali, sono magri come un cane affamato:
la fede in essi si risveglia solo di fronte alle iniquità meglio ancora se efferatezze, e in questo senso l’ISIS ha il merito di rinverdire la nostra fede illanguidita.

Assistiamo a fatiche inenarrabili per abborracciare lì qualche modesta e sensata riforma, con partiti che si spezzano accusando il cumulo di poteri eccessivi in mezz’etti di potere per una breve stagione politica:
non avevo ancora visto tanta invidia al comando su scenario politico.

I conversatori di politica si trovano a corto di argomenti:
piuttosto che abbaiare potrebbero prendersi un anno sabbatico.

Una volta disputavamo sul Medioevo come epoca ferma:
la nostra con la sua velocità elettronica mi sembra catatonica.

mercoledì 2 settembre 2015

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.