IMPOSSIBILE GOVERNARE EDUCARE PSICOANALIZZARE

Ho scritto ieri del governare (l’economia), e perfino che in questo c’è del caos (ciò mi sembra inconfutabile, visto come va il mondo):
suggerisco di correlare il caos con un aggettivo che ha impazzato e continua a impazzare in religione e economia, “Grande” in opposizione a “piccolo”:
c’è molto da imparare da questa opposizione.

Freud ha stabilito la celebre terna delle “professioni ‘impossibili’ ” (n.b.: impossibile = insoddisfacente), Governare Educare Psicoanalizzare (Analisi terminabile e interminabile, 1937), la terza delle quali si collocherebbe – ma non per Freud dato che le allinea – nel “piccolo” rispetto al “grande” delle altre due.

Al solito, Freud è stato preso come un po’ depresso nel darci questa triste notizia, però anche come realistico e modesto (è l’ambiguità della frase “si fa quel che si può”) nei riguardi del suo stesso programma.

Senonché è proprio qui che è arrivato Freud:
a introdurre un principio d’Ordine universale a sede individuale, per il quale conclusione (= soddisfazione) è un atto individuale, che non dipende dal governo di società, educazione, cura:
non bisogna perdere tempo a domandare al Governo ciò di cui non è competente, ossia di promuovere l’individuo e, a mio parere di credente, neanche a “Dio” (che neppure si sogna di governare, educare, curare):
il quale, secondo la Religione, promuove le masse non l’individuo:
la Modernità stessa all’individuo non era arrivata, prima di Freud.

Si può ricominciare a pensare, o come dicono gli economisti a ragionare.

PS

Il suddetto principio d’Ordine è stato così riassunto recentemente da Maria Delia Contri:
“Il principio di piacere è principio di con-venienza, a un tempo principio economico e principio giuridico, normante i rapporti”.

giovedì 11 giugno 2015

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.