IL SETTIMO DOGMA: L’UOMO ECONOMICO

Per il Simposio della Società Amici del Pensiero del 20 giugno, propongo di fare assurgere a dogma (il settimo) l’homo  oeconomicus tratteggiato da Freud aldilà della teoria economica classica, un uomo presente nella medesima legge di moto dei corpi anche come uomo giuridico.

Nella sua legge non è l’uomo ipodotato della Natura né l’uomo confezionato dalla Cultura (vedi Contare bene o male, martedì 28 aprile, e segg.).

Nelle strade, nelle piazze, nelle case, non lo incontriamo spesso perché prevale l’uomo della rinuncia (Triebverzicht o rinuncia alla “pulsione”).

L’uomo della rinuncia è l’uomo patologico (nevrosi psicosi perversione autismo precoce), un uomo antieconomico, che s-viene dall’appuntamento (qualsiasi) in quanto impresa produttiva:
l’uomo economico non produce leggi senza copertura economica.

venerdì 5 giugno 2015

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.