IL SETTIMO DOGMA: L’UOMO ECONOMICO

Per il Simposio della Società Amici del Pensiero del 20 giugno, propongo di fare assurgere a dogma (il settimo) l’homo  oeconomicus tratteggiato da Freud aldilà della teoria economica classica, un uomo presente nella medesima legge di moto dei corpi anche come uomo giuridico.

Nella sua legge non è l’uomo ipodotato della Natura né l’uomo confezionato dalla Cultura (vedi Contare bene o male, martedì 28 aprile, e segg.).

Nelle strade, nelle piazze, nelle case, non lo incontriamo spesso perché prevale l’uomo della rinuncia (Triebverzicht o rinuncia alla “pulsione”).

L’uomo della rinuncia è l’uomo patologico (nevrosi psicosi perversione autismo precoce), un uomo antieconomico, che s-viene dall’appuntamento (qualsiasi) in quanto impresa produttiva:
l’uomo economico non produce leggi senza copertura economica.

venerdì 5 giugno 2015

THINK!

Il contenuto è protetto!

Fino a nuovo avviso,

i testi proposti sul sito sono accessibili in sola lettura.

Grazie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Tutela della Privacy *

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.