CRISTORO COLOMBO HA SCOPERTO LA TERRA

Una delle idee proposte in Università lunedì scorso (vedi martedì 14 aprile).

Sul momento Colombo non ha capito che cosa aveva scoperto, ma da lì a poco abbiamo realizzato che aveva scoperto la terra intera, per il riordino – geografico, geopolitico, commerciale – risultante dalla scoperta dell’America.

Noi abbiamo dovuto aspettare meno di Colombo per realizzare che Freud aveva scoperto il pensiero, il pensiero intero, e non una porzione di esso chiamata “inconscio” come la pancia dello spirito con le sue emozioni, il suo meteorismo, i suoi imbarazzi interiori-intestinali, le sue flatulenze, ossia l’idea più generale  circolante sull’“inconscio”.

Lo psicoanalista non ne è l’internista, e il pensiero che lo pone in essere non è una specializzazione:
alla cura di questo pensiero si dedicano pochi genericisti, benché molti siano i chiamati (che chiamo “Amici del pensiero”).

“Pensiero” è il nome di un riordino risultante da una scoperta:
ma l’idea di un riordino è durata pochissimo, e costa caro tornare indietro da una scoperta o progresso (si chiama “regressione”), è peggio che prima di esserci arrivati (l’oscurantismo moderno è più grave del precedente).

Tutto ciò è a portata di mano in ogni analisi, e in ogni vita individuale, quando per un istante è avvenuto il reintegro di un pensiero rimosso:
si osserva la fretta di recedere dalla “minaccia” (?) di un riordino:
e siamo sempre qui.

giovedì 16 aprile 2015

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.