CONTARE BENE O MALE

Contiamo fino a due, oppure fino a tre:
dall’alternativa dipende la nostra vita.

Contava male Claude Lévi-Strauss perché contava solo fino a due, Natura e Cultura.

Oggi ritroviamo il Catechismo mondiale del due in questo nuovo libro di Vito Mancuso (Questa vita, Garzanti [1] ):
i due fanno “ecosistema”, “la Terra è un unico organismo vivente”, “la natura è dotata di intelligenza”, “visione spirituale della natura e visione naturale dello spirito”, “aggregazione sistemica e la cooperazione che ne scaurisce”:
e dunque il nostro compito è “liberarsi dell’io” (il tre):
e – qui riconosco della logica -, poiché non ci si riesce allora si deve “trascendere [!] l’ego al servizio di qualcosa di più grande”:
non mi sfugge quel “più grande”, è la via occidentale all’Islam.

Il due che poi fa uno (per certi filosofi Uno) non è una grande novità, ne sono pieni secoli e millenni di speculazione e anche, con demarcazione di cui ci si preoccupa di assicurare il lindore innocente, di violenza.

Bello quel “trascendere” in cui colano sangue e anima.

Freud (e questo è tutto Freud) ha cominciato dal tre irreversibilmente:
riportando sulla terra quel trascendere che inizia come rimozione.

Al seguito del tre, io non ho fatto altro che mostrare che non esiste legge di moto del corpo umano che discenda da Natura o Cultura (inclusa la vita dei sessi):
tali leggi vengono dal pensiero, comprese le leggi del pensiero, il cui legislatore in grammatica chiamiamo “io”:
manifestamente questo legislatore legisla male, tanto che non ne possiamo più, ma ho cessato di rinnegare che è ciò che fa:
e legisla tanto peggio quanto più lo si rinnega.

Non parlo di Olocausto dell’io solo perché non si riesce a incenerirlo tutto.

_______________

[1] Per un’ecologia dell’Io che lega Buddha e Tolstoj, Repubblica giovedì 23 aprile.

martedì 28 aprile 2015

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.