POVERO DIAVOLO

“Povero diavolo” è il nome freudiano del perverso (vedi ieri, Quel cretino del diavolo).

Potremmo anche chiamarlo “sublime”, il sotto dell’architrave dell’essere.

L’essere non è altro che un artificio come presupposto del basso:
l’espressione “animale umano” designa una costruzione a due piani:
Freud scriveva che “l’uomo non è una costruzione a due piani”.

lunedì 9 marzo 2015

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.