IL MATTINO E IL LEGAME SOCIALE

LE DUE PREGHIERE DELLA GIORNATA

 

Il legame sociale – quello di ognuno con tutti, non di tutti con tutti ossia la massa – si vede dal mattino come il buongiorno:
ho già portato l’esempio infausto del genitore che, vedendo alla finestra un giorno piovoso e grigio, inizia la giornata davanti alla famiglia con viso in gramaglie cioè con predizione sfavorevole per tutti:
si dice “depresso” ma significa sempre deprimente (deprime il legame sociale), non esiste depresso “in sé”, il depresso è sempre fuori di sé cioè attivo (qui c’è l’errore degli psichiatri):
potrei però iniziare la giornata con tutt’altra frase, o manifesto.

Poi, uscito di casa o più tardi a pranzo, vedrò il giornale o il telegiornale, e questo sarà il secondo atto politico della giornata, secondo e non primo:
tanti anni fa ho apprezzato e fatto mia una frase attribuita al laico Hegel – “Il giornale è la preghiera del mattino dell’uomo moderno” -, ma semplicemente ho poi appreso a farle precedere temporalmente la preghiera della mia prima frase, fausta o infausta.

Coloro che pregano in senso tradizionale, se lo fanno bene la pronunciano come la mia frase del mattino, come atto di favore verso l’universo:
pochi però riconoscono che ci sono preghiere “religiose” infauste, per esempio “Signore pietà”, in greco “Kyrie eleison”, in russo “Gospodi pomìlui”:
giocherà a sfavore il cominciare dalla miseria (“miseri-cordia”):
quanto a me mantengo il “Padre nostro” anche come miscredente:
dopo viene il giornale come la seconda preghiera:
pochi afferrano, anche tra i miei colleghi, che i miei pazienti sono uno dei miei giornali, e così i miei sogni, niente di “interiore”.

giovedì 19 marzo 2015

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.