IL MALUMORE COME VIZIO POLITICO

Il malumore si vede al “meglio” in TV, specialmente nei talk show in cui si strologa di politica (non che sbandierare il “bello” sposti qualcosa):
All’opposto c’è solo l’ … opposto, il buonumore maniacale stampato sul viso dei bambini “felici” in pubblicità e al cinema, con quei sorrisi coatti che ricordano anziani che si aggiustano la dentiera o donne che si applicano il deodorante:
la satira (non il comico) lo teorizza.

Malumore e buonumore sono esempi di emozione sostituiti all’affetto, carnevalate fuori stagione.

Il malumore è obiezione di coscienza, umore della filosofica coscienza infelice, crisi senza critica.

Non ho distinto malumore pubblico e privato, ce n’è uno solo, politico, antigoneo.

martedì 10 febbraio 2015

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.