SALVEZZA INFERNALE

Non voglio più sentire la parola “salvezza”, infernale se non significa salus implicante salute psichica cioè del pensiero.

Ma c’è un passo prima:
non la voglio più sentire se non significa soluzione all’angoscia, quella minaccia cui tutti obbediamo illogicamente, patologicamente, criminalmente, più che a un ricatto a mano armata, e che non concede spazio a quell’eroismo che peraltro ne uccide più che la spada.

La domanda giusta non è quella di San Paolo, “Dov’è o morte la tua vittoria?”, bensì “Dov’è o angoscia la tua vittoria?”

Sto per riparlarne a proposito di quell’Islam che ci fa sentire tanto francesemente eroici.

lunedì 12 gennaio 2015

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.