PUERILITÀ, POI AUTISMO

Sabato domenica 06-07 settembre 2014
in anno 158 post Freud amicum natum

 

Ho appena scritto del puerile inglesino che sgozza un giornalista in islamica letizia, perfino entusiasmo, ah la gioventù! (giovedì 4 settembre):
datemi un punto d’appoggio, una causa, e vi massacrerò il mondo! (sembra il diluvio universale, ricordo il recente Noah).

Conosco di persona italianini simili a quegli inglesini.

Di puerilità, con la sua banalità, è pieno il nostro mondo o Cultura, in specie psicologica e psichiatrica, ma la Cultura non sa coglierla come categoria dello spirito che implica anche la puerilità perbene.

Ho appena scritto che non c’è patologia senza danno.

C’è poi l’autismo nella sua versione precoce:
oggi assistiamo alla fabbricazione della sua versione culturale perbene.

Ma “Dio”  nel Diluvio con chi ce l’aveva?, tenuto poi conto che dopo è ricominciato tutto da capo:
tanto rumore per nulla?

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.