PARSIFAL IL PEDOFILO OSSIA FETICISTA

Sabato domenica 27-28 settembre 2014
in anno 158 post Freud amicum natum

 

Il Papa ha appena fatto arrestare, degradare, licenziare vescovi e preti pedofili, e ciò va bene perché significa che li  ha sanzionati:

ma per quale imputazione?, e ciò non è chiaro (io amo le idee chiare e distinte).

Io li imputo di feticismo, ossia non di sesso bensì di sostituzione del sesso, come nel caso delle  utande o calze della ragazza in-vece della ragazza, caso di Parsifal con Biancofiore (lui si ritira beato con l’indumento nello Schwarzwald):
è il caso della pedofilia, il bambino in-vece della ragazza sia pure adolescente (nel quale caso la fattispecie sarebbe semmai lo stupro):
ripeto “bambino” non “minore” (di cui il bambino è solo una sottospecie).

Anni fa il noto teologo Hans Küng diceva che molti preti sono pedofili perché non sono sposati:
sciagurato!, anche lui confondeva il feticcio con la donna, anche ragazza!:
non è lontana l’epoca in cui le minori sposavano in minore età, e peraltro da tempo le teenager se ne infischiano della loro età (come già le giovani campagnole di ogni tempo in camporella).

Ricordo un uomo processato e condannato per pedofilia perché adorava le jeunes filles appena en fleur:
lo impiccassero pure, magari, ma non per pedofilia.

E’ stupefacente che gli psicoanalisti abbiano dimenticato la perversione:
come potrei biasimare il Papa di ignorarla, dato che da 2.000 anni la Chiesa ignora nevrosi e perversione?:
proprio come oggi tutta la nostra Cultura.

Domanda:
l’Islam potrebbe non ignorare nevrosi e perversione?

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.