SOCIETÀ NON COMUNITÀ

Do un seguito all’articolo di martedì 15 luglio, Ancora sulla Società Amici del Pensiero, a proposito di “comunità”.

La mia prima giovinezza è stata invasa dalla parola “comunità”, e alcuni dei miei coetanei ne sono stati invasati.

Non voglio scrivere un corposo libro di storia, e di storia contemporanea:
so che mi ci è voluto del tempo per concludere di voler essere socio (cioè di diritto) di una società, dunque amico di essa, e non membro di una comunità:
i membri sono rami, appartengono, e si tagliano quando serve:
la comunità è luogo dell’odio non dichiarato.

Fascismo e Nazismo sono stati comunitari, mistici, non societari:
non sono stati sconfitti, si sono suicidati.

venerdì 18 luglio 2014

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.