A CHE PUNTO SIAMO (III)

Serie non seria

 

Per l’esattezza dovrei numerare IV, perché l’articolo di ieri rispondeva al medesimo titolo, infatti quell’uso linguistico della parola “bellezza” significa soltanto che siamo ancora lì:
è solo una notazione, ed è meglio che lo resti cioè tolleranza pacifica:
questa dovrebbe essere una virtù dell’analista, che non è quella dell’indifferenza (l’analista non è affatto indifferente alla patologia, al contrario è schierato).

Questo III, inclusivo dell’articolo di ieri, inaugura la serie illimitata delle notazioni giudicanti senza pòlemos:
una serie non seria di ciò che è reputato serio (J. Lacan giocava tra sérieux e sériel).

Essa è lunga quanto e più della serie del Dictionnaire des idés réçue di Flaubert:
che Sanremo è ancora la fiera dell’innamoramento,
che certi romanzi film saggi eccetera mantengono ancora la fiera dell’isteria,
che la Cultura resta stupidizzante nel sostenere a piè fermo l’idea di intelligenza artificiale (come se esistesse un’intelligenza, anche stupida, che non lo è),
che si parla di “senso della vita”, magari religioso, mentre non c’è altro senso che del moto del corpo,
… che i politici parlano ancora di “sistema” (?) sociale, ovviamente da “riformare”, mentre non aveva torto (nel suo torto) il veterocomunismo a opporre la rivoluzione al riformismo.

Con modestia la cura psicoanalitica non è riformista, grazie a Freud essa concepisce − lo dico da anni − la guarigione come rivoluzione nel senso tecnico-giuridico di mutamento della Costituzione, con caduta degli effetti della cattiva Costituzione precedente.

Per accedere alla domanda “A che punto siamo” occorre avere acceduto a quel pensiero-Costituzione (che chiamo “di natura”) di cui la psicoanalisi è solo un’applicazione.

mercoledì 11 giugno 2014

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.