L’ERBA PRENDO

Tanti anni fa il mio amico Elvio Fachinelli ha fondato la rivista “L’erba voglio”.

Ma ci sbagliamo tutti nell’osservazione, come già nel celebre lesivo detto, perché il bambino – quando mi succhia il dito e la mano, succhia il seno, la gamba del tavolo e qualsiasi altra cosa-, comincia non da “voglio” bensì da “prendo”.

Tutto l’ap-prendimento primario – per primo quello massiccio e massimamente intellettuale della lingua in circa due anni – è prendimento senza istruzione né educazione.

Il suo elemento – parola che ognuno dovrebbe riconoscere logicamente fondamentale della presa primaria -, non è la parola, e neppure il fonema, bensì la frase, cioè il massimo della civiltà.

Quando un bambino parlerà dirà una frase, civiltà, che è il bar mitzvah di ogni bambino.

Ma come posso pretendere che si riconosca che l’(ap)prendimento primario, e completo, della lingua è principio di piacere?, posto che questo significa “mi va”.

Constatando che il prendere del bambino non è rubare, avremmo di che proseguire.

lunedì 17 marzo 2014

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.