BUDDHISMO GENERALE

Sabato domenica 15-16 febbraio 2014
in anno 157 post Freud amicum natum

 

Un brevissimo cenno là dove molti scriverebbero un lungo Trattato, ma ho imparato a ripartire sempre dalle conclusioni.

Il Buddhismo, dottrina o dharma buddhista, muove da una premessa, in greco aristotelico un pròton:
che la vita è dolore, dolore esistenziale, dolore di vivere, mal-essere universale (benché non ontico ma etico).

Ma in fondo non c’è chi non lo dica nei modi più diversi e anche triviali, ecco perché è importante il fatto che il Buddhismo è una dottrina (dharma) con tutte le conseguenze logiche e linguistiche, cioè il logicismo buddhista.

Senonché – la mia è non una obiezione bensì una correzione alla freudiana – esso non ha chiamato questo dolore con il suo nome, che è “angoscia”:
e l’angoscia – verità freudiana – non è primaria ma secondaria, prodotta secondo un modo di produzione (non riparlo ora del falso sull’amore).

Se è vero ciò che dico, il dolore non è pròton, premessa, ma pròton pseudos, falsa premessa benché non irrealtà (vedi Gunè akìneton , giovedì 13 febbraio).

Dopo Freud la Cultura, e specialmente la Psicologia novecentesca, si è affrettata a buddhizzarsi facendo sparire l’angoscia (insieme all’isteria).

A correzione fatta, resta da raccogliere il buon raccolto buddhista:
Freud lo ha fatto a proposito del Nirvana.

Ho segnalato il “dolore” buddhista nel misticismo cristiano, vedi Compito di analisi grammaticale, sabato-domenica 8-9 febbraio.

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.